Home Home
 
 
 
 
 
 
USS SEATIGER - MISSIONE 07 RSS USS SEATIGER - Missione 07

07.05 "Contatto!"

di Jason "Skon" Queen, Pubblicato il 05-11-2019

Uss Seatiger Ufficio Ufficiale Scientifico
05/07/2397 ore 23,55


Jason aveva finito da un po' di controllare tutti i rapporti, ma non riusciva a togliersi dalla mente la situazione attuale, come Esobiologo la nascita di un essere senziente lo "eccitava", anche se non era una reazione logica, ma dopotutto lui era solo metà vulcanico.
Se era una creatura senziente poteva essere raggiunta attraverso la fusione come aveva fatto sulla Liam, li era andata bene, forse anche qui... si alzò dalla poltrona e l'occhio gli andò sul cronometro, era quasi la mezzanotte, forse il capitano Kenar si era già ritirato nel suo alloggio, ma provare non costa niente, si disse.



Uss Seatiger Ufficio del Capitano
06/072397 ore 00,05


Arjian Kenar aveva finito di controllare i DPAD con i rapporti giornalieri e non vedeva l'ora di infilarsi sotto le coperte, quando il campanello della porta suonò.
"Avanti!" Si chiese chi fosse a quell'ora

Jason entrò e Kenar rimase stupito. "Signor Queen è raro vederla qui, cosa c'è?"
"Mi scusi se la disturbo a quest'ora, Capitano ma forse ho trovato un modo per comunicare con quella creatura."
"Mi dica Tenente." disse Kenar strofinandosi gli occhi stanchi.

Jason guardò attentamente il suo capitano poi esitò "Forse però è meglio rimandare a domani, sono piuttosto stanco ed è veramente tardi."
Kenar lo guardò con aria incuriosita "Signor Queen io sapevo che i vulcaniani non potessero mentire." disse con un leggero sorriso
"Io sono per metà vulcaniano, Capitano." rispose lui "le auguro la buona notte signore." Disse poi uscendo.

Fatto un tratto di strada si fermò. Nonostante il suo lato vulcaniano gli dicesse che era necessario attendere il permesso del Capitano e che il suo piano poteva essere rischioso, la sua metà umana lo spingeva a prendere una diversa decisione. Invece di dirigersi nei suoi alloggi si diresse verso la sala ologrammi, voleva provare a contattare l'entità nonostante ciò che la logica gli diceva di non fare.



Uss Seatiger sala ologrammi 1
06/07/2397 ore 00,20


Arrivò alla sala e vide che non c'era nessuno lungo i corridoi, appoggiò la mano sulla porta e si concentrò.
Intercettò subito una mente lineare e mentre cercava di dirgli i problemi che stava procurando alla nave, all'improvviso un'altra mente si intromise.

Mostromuorimostromuorimostromuorimostromuori gridava quest'altra mente furiosamente. Jason era stordito da questo attacco, non aveva mai provato niente di così violento.

Qualcosa lo staccò dalla porta e vide il viso furioso del capitano Kenar.
"Lo sapevo che sarebbe venuto qui, anche se è metà vulcaniano è parecchio prevedibile." Poi spinse il badge "Capitano a ufficio sicurezza."
"Sì signore." rispose una voce leggermente assonnata.
"Due guardie in sala ologrammi." ordinò Kenar.
"Non serve capitano sto bene ora e sono in grado di tornare nell'alloggio da solo." mormorò Jason ancora un po' frastornato.
"È per la mia tranquillità tenente, così non le verrà in mente di tornare qui e io dormirò tranquillo. Se poi tornasse qui le guardie avranno l'ordine di arrestarla."
Quando arrivarono le guardie Kenar parlò con loro e poi si girò verso Jason "L'aspetto domani mattina per un rapporto sulla sua esperienza."



Uss Seatiger Sala riunioni
06/07/2397 ore 09,00


Nella sala erano presenti tutti i membri del ponte di comando.
"Vi ho convocato qui questa mattina per mettervi al corrente del tentativo di contatto del tenente Queen con l'entità che ha occupato la nostra nave. A lei la parola signor Queen."
"All'interno della sala ologrammi 1 ci sono due entità una più disponibile che non sapeva dei problemi che ci sta procurando e un'altra violenta e penso che sia quella che ci sta dando tutti i problemi."
"Può essere il Ten. JG. Gallivan? " chiese qualcuno.
"Molto probabilmente lo è, il profilo caratteriale corrisponde al suo."