Home Home
 
 
 
 
 
 
USS HOPE - MISSIONE 18 RSS USS HOPE - Missione 18

18.05 "Navi Fantasma"

di Ferris Bueller, Pubblicato il 12-09-2022

AUTORE: ALEXIS DREAN

USS Erinle - Plancia
24 aprile 2402 - 04.00


Drax stringeva i braccioli della poltrona di comando continuando a muoversi come se la poltroncina stessa fosse fatta di aculei.
"Allora quanto manca?"
Sinclair sollevò lo sguardo verso il monitor principale della nave dove erano riportati tutti i valori di navigazione compreso il tempo stimato di arrivo.
"Venti minuti signore" mentre faticava non poco a tenere stabile la nave spinta oltre i suoi limiti da ormai troppe ore.
=^= Draen a plancia. Signore il nucleo è al limite dobbiamo far raffreddare i sistemi o non reggeremo=^=
Drax voltò lo sguardo verso l'OPS "Deviate quanta più energia ai sistemi di raffreddamento del nucleo. Se serve riducete il supporto vitale nelle aree meno importanti"
Daeria sollevò lo sguardo verso il proprio capitano "Signore ho già deviato tutta l'energia delle stive tre e quattro all'integrità strutturale. Devio l'energia dagli alloggi non occupati, ma non sarà moltissima"
"Dovranno farsela bastare" il capitano aprì la comunicazione con la sala macchine "Vi stiamo mandando un po' di energia suppletiva cercate di reggere almeno venti minuti"
Naholo teneva gli occhi puntati sulla console tattica "Signore rilevo una nave nel nostro punto di uscita. Non posso ancora eseguire una scansione approfondita, ma la scia di curvatura sembrerebbe quella che ha attaccato la Salvation"
Ajen si alzò in piedi portandosi al centro della plancia "Sembra che avremo il comitato di benvenuto appena fuori dalla curvatura. Bene tenersi pronti. Appena fuori allarme rosso energia agli scudi e alle armi stavolta non devono avere il tempo di scappare"
Tutti i presenti in plancia iniziarono a lavorare all'unisono per preparare la nave all'imminente scontro, mentre i minuti passavano interminabili. Il timoniere fu il primo a interrompere il silenzio che si era creato nella stanza. "Ho impostato l'uscita dalla curvatura a un minuto d'impulso dalla colonia. Avremo tempo di prepararci" rapportò il timoniere "Uscita dalla curvatura tra dieci secondi"
L'Erinle uscì dalla curvatura passando immediatamente a impulso tracciando una rotta verso la colonia di Chuldriel.
Immediatamente il tattico lanciò una scansione sul pianeta "Signore, sono sotto attacco! Le difese planetarie stanno facendo il possibile, ma non reggeranno a lungo." rimase qualche secondo in silenzio "Ci hanno notato stanno attivando una rotta di intercettazione"
"Anticipiamoli, appena saranno a tiro aprire il fuoco. Massima energia agli emettitori degli scudi"
Finalmente libera di poter ridistribuire l'energia Daeria deviò l'energia ai sistemi di difesa mentre tutta la plancia venne invasa dalle luci intermittenti dell'allarme rosso.
"Manovre evasive, caricate! Pronti all'ingaggio!" rapportò Sinclair dal timone mentre Naholo precaricava i phaser e i siluri preparandosi a far fuoco.
Quasi all'unisono le due navi aprirono il fuoco una verso l'altra. Con un rapido cambio d'inclinazione l'Erinle riuscì ad evitare i colpi avversari mentre due siluri andavano ad impattare sugli scudi della nave nemica.
"Signore due scie di curvatura in rapido avvicinamento"
"Maledizione. Non possiamo mollare o quella colonia verrà spazzata via forza diamo il massimo" il capitano spronò i suoi a dare il 110% anche se la situazione si era fatta decisamente più complicata.
Dopo alcuni secondi una seconda nave apparve dietro alla nave federale iniziando a bersagliarla con i phaser.
"Scudi al 90%. Siluri pronti.." fece rapporto il tattico mentre sganciava una serie di siluri verso la prima nave.
Sinclair inanellava una serie di manovre evasive per offrire meno superficie possibile alle navi mantenendosi in equilibrio con lo stress strutturale della nave.
"Signore un'altra nave in uscita dalla curvatura....è la Hope"
Quasi istantaneamente una salva di siluri colpiva le gondole della nave aliena distruggendola, riportando nuovamente le navi federali in superiorità numerica.



USS Hope - Plancia
24 aprile 2402 - 04.00


"Fuoco sulle gondole" Bueller fissava il monitor davanti a lui dove le due navi stavano ingaggiando la Erinle.
Rest armò una salva di siluri puntandoli sulle gondole facendo fuoco subito dopo "Impatti multipli il loro nucleo è al collasso"
Pochi istanti dopo la nave esplose lasciando solo detriti spaziali.
Bueller annui al tattico indicando la seconda nave "Bene ora andiamo a dare una sveglia anche a loro. Appena avete un angolo di tiro fare fuoco"
Il monitor riprendeva la Erinle che, dopo essersi riallineata, stava bersagliando gli scudi avversari con precisi colpi phaser.
Rest inarcò un sopracciglio osservando il monitor "Hanno spostato tutta l'energia sugli scudi posteriori. Si preparano al salto"
La nave aliena si riallineò per poi scomparire alla vista saltando in curvatura.
Luna strinse i denti fissando la nave che se la dava a gambe "Maledetti codardi, lasciano il campo di battaglia. Rotta di intercettazione pronta."
Bueller fissò la navetta "Tenente, faccia rotta verso la colonia e aprite un canale con la Erinle" stringendo le labbra all'idea di dover avere a che fare con il capitano.
La timoniera si girò fissando il capitano "Li lasciamo fuggire?"
Bueller annuì osservando la mezza klingon "La nostra priorità ora è salvare la gente della colonia"
Rest dalla sua postazione non aveva smesso un secondo di controllare le scansioni "Sarebbe inutile inseguirli. Non c'era nessuno su quella nave"
"Canale aperto Signore" sullo schermo principale della nave apparve la plancia della Erinle. Bueller fece cenno a Rest di far silenzio per poi osservare il capitano Drax "Lieti di esser arrivati in tempo. Avete subito danni? Serve supporto?"
=^=Capitano Bueller. Tutti i nostri sistemi sono al massimo delle funzionalità. Credo sappiate cosa è successo alla Salvation. Non resta altra scelta che evacuare la colonia. Riuscite a coordinare i soccorsi mentre noi cerchiamo qualche indizio su quel che è successo?=^=
Il facente funzioni osservò la trill pensieroso per qualche secondo per poi annuire "Non vedo alternative operative"
Drax annuì =^=Abbiamo approntato una stiva per le analisi dei detriti se volete trasportare da noi i vostri tecnici analizzeremo i resti della nave. Erinle chiudo=^=
Lo comunicazione si chiuse lasciando Ferris ad osservare lo schermo nero "Ha appena detto di collaborare?" poi voltandosi verso il resto dei presenti "Rest, io e la dottoressa Graahan scenderemo sul pianeta con le squadre di sbarco." si voltò osservando il primo ufficiale "Tenente a lei il comando. Coordinatevi con la Erinle per darci copertura. Doohan organizzi una squadra ingegneristica da mandare sull'Erinle per le indagini" Detto questo si allontanò dalla plancia prima che Xyr o Rest cercassero di ricordargli il regolamento.



USS Erinle - Stiva 2
24 aprile 2402 - 14.00


Trevix entrò nella stiva di carico precedendo i due colleghi della Hope. Il capo ops Rodriguez e l'ingegnere capo Doohan.
Appena i tre misero piede nella sala i sistemi di illuminazione passarono alla modalità diurna illuminando tutta la stiva. Il grosso della nave fluttuava ancora nello spazio, ma parte dei detriti erano stati portati a bordo dell'Erinle e, per dar maggior agio agli ingegneri nel compito di analizzarli, due delle stive erano state unite formando un'unica stiva.
"Immagino che il nostro ingegnere capo, il tenente Draen sarà qui a breve" proruppe Trevix mentre si avvicinava a quel che rimaneva delle console di plancia della nave. I tre si avvicinarono ai resti "Certo che non è rimasto un gran che.." Doohan iniziò a girare attorno ai resti.
Rodriguez sorrise osservando i due "Così imparano a mettersi contro la Hope e l'Erinle. Spero abbiano imparato la lezione"
James fece un piccolo sorriso osservando parti di console completamente esplose "Direi che l'hanno capito definitivamente.."
Le porte della stiva si aprirono facendo entrare l'ingegnere capo dell'Erinle che fissò per qualche secondo i tre per poi avvicinarsi con cipiglio serio "Signori" osservò i due nuovi giunti "Sia chiaro, io non vi volevo qui, non volevo collaborare con voi e.... e vi sto prendendo in giro" allargando le labbra in un sorriso porse la mano ai due "Sono il Tenente Alexis Draen ingegnere capo dell'Erinle. Lieta di collaborare con voi"
Trevix sentendo la collega fece notevolmente fatica a rimanere serio sapendo fin da subito che stava scherzando "Alexis"
Rodriguez si girò già pronto a rispondere per le rime alla donna calmandosi subito dopo aver sentito la puntualizzazione "Tenente Paulo Rodriguez, capo ops, e lui è il nostro ingegnere capo James Doohan" stringendo poi la mano alla donna.
Doohan si girò di scatto incrociando lo sguardo sorridente della donna e il suo viso avvampò istantaneamente. "Piacere"
Alexis strinse la mano di Paulo per poi voltarsi verso Doohan decisamente contenta di poter conoscere il proprio pari mansione della Hope "Wow splendido. Ma mi dica come è salire su una nave ancor prima di finire l'accademia? Deve esser stato veramente un salto nel buio." incalzando il collega con la curiosità tipica di una betazoide.
James osservò per qualche secondo la donna facendo un passo indietro "S...i?" poi si girò osservando i resti della navetta avvicinandosi ad essi
Sia Alexis che Trevix rimasero un po' sorpresi per la reazione del tenente mentre Rodriguez scuoteva la testa rassegnato "Non dovete farci caso...il caro James ha qualche piccolo problema a rapportarsi con le persone. In particolare se di sesso femminile. Dategli un nucleo di curvatura ed è in grado di smontarlo pezzo per pezzo e rimontarlo ad occhi chiusi, ma con le persone fa ancora un po' di fatica"
Trevix annuì osservando Rodriguez per poi ridacchiare "Non l'avrei mai detto"
Draen storse le labbra osservando James che si portava vicino ai rottami "Comunque non mordo...di solito" poi si girò verso i colleghi avvicinandosi con loro ai rottami "Abbiamo incrociato i dati di entrambe le navi e sono emerse alcune cose. Prima fra tutte le due navi che abbiamo affrontato erano prive di equipaggio"
I tre osservarono la donna "Dei droni automatici?"
Draen si avvicinò alla console del timone che giaceva distrutta a terra "No, le navi erano pilotate a distanza. È stata rilevata un'onda. Inizialmente l'abbiamo scambiata per rumore di fondo, ma ora sappiamo che serviva da trasmissione dati tra le navi e chi le comandava."
Doohan meditabondo osservò i resti della nave "Mhhh.. ha senso. Non dovendo usare energia per il supporto vitale e per salvaguardare la vita a bordo possono deviare più energia per sensori, armi e difese. Sono navi nate per un solo scopo arrivare ingaggiare e sparire il più in fretta possibile"
Rodriguez annuì affiancandosi al collega "Questo spiega anche perché i resti sono così esigui. Probabilmente la nave è stata alleggerita di tutto quello che non era strettamente indispensabile"
Doohan osservava concentrato i resti della nave muovendo un dito davanti a sé come a disegnare il filo dei suoi pensieri. "Mhhh"
"Un penny per i suoi pensieri" l'ingegnere si girò trovandosi davanti Alexa che lo guardava
interrogativa. L'istinto gli fece fare un passo indietro osservando la donna che lo fissava sorridendo " B..bhe io pensavo che se tutta la nave è comandata in remoto il sistema di comunicazione deve essere isolato dai sistemi principali e dovrebbe esser dotato di sistemi ridondanti per evitare problemi"
Gli altri due ufficiali si avvicinarono a loro ascoltando il discorso annuendo "Quindi dovremmo avere un nucleo centrale di smistamento delle informazioni"
Tutti e quattro si girarono osservando il relitto della nave che fluttuava nel vuoto.
"Mi sa che per saperne di più dovremo andare a farci un giro" esclamò Rodriguez mentre si avvicinava ai finestroni.
"Io odio le tute Eva. Sono sempre strette" rispose quasi subito Draen affiancandosi al collega seguita poi dagli ufficiali rimanenti.



USS Hope - Sala riunioni
24 aprile 2402 - 18.00


Bueller era comodamente seduto nella sala riunioni affiancato da tutti i suoi ufficiali superiori. Sullo schermo era in collegamento la sala riunioni dell'Erinle
=^= Quindi abbiamo appurato che siamo stati attaccati da una nave priva di equipaggio e comandata a distanza=^= cercò di fare il punto il capitano Drax osservando i colleghi
"Dal punto di vista tattico, per un'organizzazione che opera nell'ombra, è un'ottima mossa" rispose serio Rest "Se anche fossimo riusciti ad abbordarla le probabilità di ottenere qualsivoglia tipo di informazioni rilevante non avrebbe superato lo 0,34% di possibilità. Se non quelle presenti nel sistema informatico, ovviamente."
Bueller osservò pensieroso il proprio ufficiale tattico "Ma rimane il pericolo che isolando il segnale la nave diventi inutilizzabile e sarebbe perduta"
Draen dalla sala riunioni dell'Erinle prese la parola =^=A meno che non siano preparati=^= fece alcuni secondi di pausa per assicurarsi di avere l'attenzione =^=Si può immaginare questa nave come un grande drone come quelli con cui giocano i bambini. Tali droni se perdono il segnale di comando sono impostati per portarsi nell'ultimo punto in cui tale segnale era presente=^=
Bueller portò lo sguardo sul monitor "Quindi isolando il segnale la nave cercherebbe di tornare nel punto in cui il segnale era presente. Potrebbe portarci nel suo punto di origine"
Rest alternava lo sguardo tra chi prendeva la parola pensieroso per poi scuoter la testa "Sarebbe altamente illogico e statisticamente la visione del tenente Draen è solo un'ipotesi remota. Sono navi prettamente da combattimento, non possiamo escludere la possibilità che un eventuale isolamento inneschi un sistema di difesa che porti alla distruzione della nave massimizzando i danni. Anzi, c'è un 52% di possibilità che la nostra tattica possa far collassare il nucleo"
Trevix annuì ascoltando il Vulcaniano =^=Questa ipotesi è la stessa che ci sta impedendo di salire sul relitto per analizzarlo. La nave non è concepita per esseri viventi la nostra presenza potrebbe innescare qualche sistema di difesa=^=
Drax annuì ascoltando i rapporti dei vari ufficiali =^=Credo che concordiamo sul fatto di dover indagare più a fondo. Ma al momento non possiamo spostarci finché l'evacuazione non sarà completata=^= Posando poi lo sguardo su Bueller =^= Quali pensa che siano i tempi di attuazione?=^=
Ferris inspirò profondamente prima di continuare "Non nascondo che i danni alla colonia sono ingenti, ci vorrà molto lavoro per ripristinarla. Anche perché, come prima cosa, hanno distrutto i sistemi planetari per il clima. Finché non saranno ripristinati non avranno possibilità di coltivare alcunché. Per quanto riguarda l'evacuazione dovrebbe esser terminata in circa tre giorni se utilizziamo entrambe le navi. Solo allora potremo tornare ad investiga..."
Il discorso venne interrotto da una comunicazione in tutte e due le sale.
=^=Xyr a sala riunioni quattro navi in uscita dalla curvatura. Sono due incrociatori e due navi cargo. Ci contattano=^=
Bueller sollevò lo sguardo portando una mano al comunicatore "Maledizione non perdono tempo. Beh sentiamo cosa vogliono. Allarme giallo"
Dopo alcuni secondi accanto all'immagine della sala riunioni dell'Erinle apparve la plancia di uno degli incrociatori. Il viso di un umano apparve davanti allo schermo
=^=Buon giorno capitani. Sono il capitano Landar dalla plancia dell'Archelus. Abbiamo saputo che vi serviva del cibo. Siamo qui per aiutarvi=^=
Drax osservò il nuovo venuto inarcando un sopracciglio =^= Capitando Landar, è arrivato con una discreta scorta per consegnare solo del cibo=^=
L'umano fece un piccolo sorriso =^=Primo, non mi piace correre rischi, capitano, meglio essere sicuri che la merce arrivi intatta alla destinazione che perdere delle navi. Secondo, da quel che vedo, alla colonia servirà ben più di cibo a quel che vedo e le le mie navi sono quelle più vicine e che possono aiutare. Terzo, voi non mi conoscete, ma ho già collaborato con la flotta e...diciamo che entrambi ne abbiamo tratto vantaggio. E l'ultima ragione è che non sono un idiota. So che al momento tutti gli occhi della federazione sono puntati su questa colonia. Se dovessi fare qualcosa di male non c'è punto dell'universo dove sarei al sicuro...=^=
Rodriguez cercò di attirare l'attenzione con un piccolo colpo di tosse "Scusatemi, mentre parlavate ho effettuato alcune ricerche e posso confermare che il capitano Landar dice la verità"
Tutto l'equipaggio della Hope sapeva benissimo chi aveva messo lo zampino per far intervenire quelle navi.
Drax alternò lo sguardo tra il capitano della nave aliena e il capo operazioni della Hope restando per qualche tempo silenziosa =^=Non possiamo far passare troppo tempo altrimenti le tracce potrebbero scomparire. Capitano Bueller, lei resterà qui per le prossime ventiquattr'ore a supervisionare l'evacuazione. Noi inizieremo a scandagliare la zona per trovare la nave che è fuggita. Domani a quest'ora decideremo il punto di rendez vous per continuare.... insieme le indagini. Capitano Landar, la sua missione è appena cambiata, inizi i preparativi e stia molto attento a quello che fa"
Il terrestre si mise scherzosamente sugli attenti =^= Aye aye sir=^=
Dopo pochi secondi la comunicazione si chiuse. Luna portò lo sguardo sul proprio capitano "Cosa significa che noi dobbiamo restare qui!? Loro vanno a stanare la nostra preda e noi stiamo qui!?"
Bueller portò lo sguardo sul proprio timoniere facendo un mezzo sorriso "Qualcuno si è reso garante per il capitano che ci sta aiutando quindi dovremo star qui" portò poi lo sguardo su Rodriguez "Suppongo che tale fiducia sia ben riposta tenente" poi guardando l'equipaggio "Bene diamoci da fare. In libertà"
Tutti gli ufficiali si alzarono avviandosi verso l'uscita seguiti poi dal capitano.
Bueller si avvicinò a Rodiguez trattenendolo un attimo, poi quando fu certo di non esser sentito "Possiamo davvero fidarci di quel Landar?"
Rodriguez annuì con un sorriso "Diciamo che collaboriamo già da tempo e non è mai mancato in un suo impegno"
Bueller inspirò profondamente alzando gli occhi al cielo "E giusto per sapere quanto ci costerà questo aiuto? Non ha intenzione di portarmi altri maiali a bordo della nave vero?"
Paulo sorrise lievemente storcendo il naso "Ehm, no, niente maiali stavolta. Beh diciamo che la federazione ha bisogno di una spintarella per assegnare alcuni appalti per dei trasporti...."
Bueller strinse le labbra osservando "E immagino che uno dei candidati sia questo Landar?"
Paulo annuì "Sono rimasti ormai due candidati, ma uno ha un po' le mani invischiate in loschi traffici.....sarebbe un vero peccato che la flotta assegnasse a lui quell'incarico.. e un dovere di ogni ufficiale dovrebbe esser quello di perseverare nella verità e giustizia. O mi sbaglio"
Ferris sollevò una mano per fermarlo "No no no. Ho capito il dover...agevolare questo Landar nella trattativa, ma farla passare come un gesto di giustizia e lealtà verso la flotta è un pelo esagerato!" scuotendo la testa per poi avviarsi verso il turboascensore.