Home Home
 
 
 
 
 
 
DS16GAMMA - MISSIONE 26 RSS DS16GAMMA - Missione 26

26.00 "Numero uno? C'è un lavoro per lei..."

di Bly Dorien, Pubblicato il 26-08-2021

DS16 Gamma
Ufficio del Capitano Aymane
20/08/2401 - ore 16.27


Il Capitano Aymane stava leggendo una serie di rapporti sfogliando in modo disinteressato le varie pagine. La base stellare DS16 Gamma era famosa per alternare momenti adrenalinici a periodi di totale tranquillità. Di tanto in tanto si rischiavano le coronarie, ma per il resto del tempo era tutto tranquillo.

=^=Capitano, chiamata dal Comando di Flotta. Si tratta del contrammiraglio Darion, posso passargliela in ufficio? Sembrerebbe urgente=^=

Aymane sollevò lo sguardo dal terminale per poi sospirare "Mi sa che la tranquillità sta per finire" sfiorò il comunicatore annuendo "Sì, certo, proceda pure!"

Pochi attimi dopo, il viso paffuto di Darion, con la sua emblematica barba bianca, apparve sul terminale=^=Buongiorno Capitano, come stanno andando le cose sulla base stellare?=^=

"Buongiorno Contrammiraglio. Come avrà visto negli ultimi rapporti, la situazione sulla base stellare è molto tranquilla. Nei prossimi giorni dovrebbe venire in visita una delegazione dei Verkopers per un primo contatto e la formulazione di qualche accordo commerciale, ma non prima che sulla base si sarà tenuta la festa della fratellanza"

=^=Già, è proprio per quello che l'ho contattata. Se non erro quella festa si terrà fra due giorni, o mi sbaglio?=^=

"Non si sbaglia affatto, anche se non me ne preoccuperei eccessivamente. Si tratta più di un modo per spezzare la routine sulla base con una piccola festicciola interna a parte l'arrivo dell'equipaggio delle navi attraccate alla base non ci sarà nessun altro a parte che noi, la sicurezza ha già approntato una nuova turnazione dell'equipaggio per aumentare i controlli sulla passeggiata ma nulla di più"

=^=Beh, ma bisogna ammettere che sia encomiabile come in un'unica base stellare riescano a convivere così tranquillamente così stante specie, tra federali e meno. La DS16 Gamma rappresenta un esempio magistrale di come le relazioni diplomatiche possano essere la miglior cura contro i rischi della guerra=^=

La sviolinata di Darion non passò inosservata a Steje "Già Signore, si fa quel che si può" il Capitano, con la sua grande esperienza, ci mise poco a capire che sotto tutte quelle lusinghe doveva nascondersi la classica fregatura "Bene Contrammiraglio, sono lieto che apprezzi la festa. Ci farà l'onore di venire anche lei?"

=^=Chi? Io? No!=^=Darion rispose di getto per poi aggiungere=^=I miei impegni richiedono la mia presenza al comando. E' estremamente raro che io lasci Sol III, ad ogni modo... visto che siamo in argomento, chiamavo giusto appunto per dirle che la base sarà onorata dalla presenza di altri ospiti molto importanti=^=

"Ah, ecco..." Steje fece una piccola pausa "Dovrò informare la sicurezza che delle personalità illustri saranno alla festa per alzare il livello di sicurezza"

=^=Non le definirei esattamente personalità illustri, diciamo ospiti che la Flotta Stellare vuole siano trattati bene, quindi si tranquillizzi, non sarà necessario aumentare la sicurezza ma solo prepararsi ad ospitarli tenendo conto delle loro esigenze=^=

"Va bene" Aymane era perplesso "Quindi sono persone con necessità particolari da ospitare, ma sarebbe più semplice prepararsi se sapessi esattamente chi sta venendo sulla nostra base"

=^=Beh, si tratta del progetto educazionale Athena=^=Darion sembrava ancora indeciso di come presentare la cosa a Steye=^=Quest'anno è stato deciso di indire un concorso per selezionare un gruppo di venticinque bambini dell'età compresa fra i sei ed i dieci anni per visitare la vostra base, ovviamente saranno accompagnati per tutto il tour anche da tre insegnanti=^=

"Bambini? Mi state dicendo che arriverà una scolaresca in gita?" Steje sgranò gli occhi "Ma non sono troppo piccoli per venire sino a qui senza i propri genitori?"

=^=I genitori aspetteranno i figli su DS9 per tornare a casa con loro. Sono stati scelti dei bambini che non hanno problemi a passare qualche giorno senza i propri genitori=^=

Steje era stato preso del tutto in contropiede, tante cose si sarebbe aspettato ma non di passare da ufficiale a baby sitter "Qualche giorno? Ed esattamente per quanto tempo li avremmo come graditi ospiti?"

=^=Tre giorni, ossia per tutta la durata della festa. Capitano, mi aspetto che vi mostriate disponibili con quei bambini. Fategli vedere qual'è la vostra vita, presentategli gli ambasciatori... insomma, so che riuscirete ad inventarvi qualcosa che possa tenerli occupati per tre giorni, oltretutto potrete sempre approfittare della festa!=^=

"Ehm...Contrammiraglio, parliamone" Steje era a bocca aperta "Quindi l'idea è che io dovrei fare per tre giorni da guida turistica ad un intero branco di bambini portandoli in giro per la base nel vano tentativo di trovare qualcosa che non li annoi troppo?"

=^=Capitano, cerchiamo di essere onesti. L'idea è stata fortemente caldeggiata dalla Federazione, sono anni che alcune colonie tentano di organizzare delle gite scolastiche simili, e questa volta il Comando ha ceduto accettando che i fortunati foste voi della DS16 Gamma. Ho ricevuto l'incarico di scaricare la patata bollente al capitano della base ora sta a lei decidere se delegare o meno qualcun'altro a svolgere il ruolo di cicerone=^=
"Eh, e a chi dovrei dare l'ambito onore?"

=^=Ha pur sempre un primo ufficiale=^=

Aymane osservò lo schermo "Chi? Rerin? L'andoriano che ha quasi rotto i ponti con la sua famiglia quando gli ha detto che non intende avere figli? Quel primo ufficiale?" scosse il capo "Lui è adatto a tenere dei bambini quanto l'ambasciatore Rogal è indicato a danzare la morte del cigno in tutù e scarpette" entrambi gli ufficiali restarono qualche secondo in silenzio per poi scuotere la testa cercando di scacciare l'immagine del Klingon in tutu.

Darion riprese la parola decisamente risoluto=^=Capitano, comunque vada da questa situazione non può scappare! Se Rerin non è adatto può occuparsene lei di persona=^=

"Il primo ufficiale sarà all'altezza della situazione, credo in quel giovane!" affermò convinto Aymane

Darion sghignazzò divertito=^=Non so perchè ma me lo aspettavo. Buona giornata=^=

L'ammiraglio salutò chiudendo la comunicazione e lasciando Steje da solo a riflettere tra sé e sé. Certo, Rerin non era propriamente un amante dei bambini, ma davvero aveva intenzione di scarrozzare per tre giorni un gruppo di marmocchi urlanti per tutta la base stellare? Anche no!

La decisione era presa. Steje sfiorò il comunicatore preparandosi alla tempesta che ne sarebbe scaturita "Capitano Aymane a Comandante Rerin: Numeroooo uuuuunooooo? C'è un lavoro per lei..."



DS16 Gamma
Molo d'attracco 04
24/08/2401 - ore 10.31


Rerin se ne stava in piedi, dritto e rigido come un pezzo di legno. Aveva provato a liberarsi di quella rogna in svariati modi, ma perfino l'ammiraglio Darion si era fatto negare con la scusa di un allontanamento dal Comando per motivi improrogabili che lo avrebbero tenuto impegnato per un paio di settimane. Alla fine non aveva avuto altra scelta che accettare il suo incarico con lo stessa gioia di un condannato a morte.

Il portellone si aprì senza alcun problema lasciando arrivare alla base un nutrito numero di bambini seguiti dalle loro tre insegnanti accompagnatrici. Rerin si soffermò a guardare le tre donne: si era informato su chi fossero, ma gli erano stati dati solo i nomi ed una descrizione generica.

La prima insegnante, Tanya Lier, era un'umana alta e magrissima, che indossava degli abiti vecchi, dismessi, color grigio topo. I suoi occhi saettavano da una parte all'altra della passeggiata seguendo i movimenti di ciascun bambino quasi con apprensione maniacale. Era sulla base da pochi istanti e aveva già richiamato un bambino perché correva troppo, uno perchè non stava bene appoggiarsi alle paratie, un altro perché non gli era stato dato il permesso di mangiare, una coppia perché giocavano a fare la lotta, etc... nessuno scappava alla sua vigilanza.

La seconda, Jeriah, era di razza boliana e sembrava aver deciso coscientemente di raggiungere la forma fisica "perfetta", vale a dire una sfera. Bassa e tozza, rischiava di diventare più larga che alta ma, nonostante tutto, stava mangiando anche in quel momento. Anche il suo sguardo sembrava muoversi da un lato all'altro del corridoio ma probabilmente cercava le indicazioni per raggiungere l'area ristorazione.

La terza, Sama Dreil, era una betazoide un po' in là con gli anni ma ancora piuttosto sensuale. Osservava i bambini senza proferir parola, lasciando alla collega terrestre l'arduo compito di controllarli.

"Ed ora tutti insieme, salutiamo il Primo ufficiale della base!!" Tanya fece voltare tutti i bambini verso Rerin

"Buongiorno Primo Ufficiale..." ripeterono tutti in coro

Rerin restò per un attimo pietrificato sul posto chiedendosi cosa diavolo avesse fatto di male nella sua vita per meritarsi quello "Buongiorno, sono il Comandante Rerin e vi do il benvenuto qui alla base stellare DS16 Gamma, sono certo che vi divertirete" i bambini lo fissarono già annoiati a morte ma Rerin cercò di mantenere il sangue freddo "La DS16 Gamma nasce dopo la guerra con il Dominio per creare una base che permetta l'esplorazione del Quadrante Gamma attraverso il tunnel spaziale bajoriano... ma in poco tempo è divenuta un nodo cruciale per il commercio, lo scambio dei beni fra i due quadranti, e ancor più importante per l'allacciamento di relazioni diplomatiche. Questa base stellare è gestita da un equipaggio della Flotta Stellare ma le ambasciate diplomatiche presenti in loco garantiscono che tutte le maggiori potenze del quadrante alfa possano partecipare con la medesima importanza alle relazioni diplomatiche che si stanno instaurando con il Dominio"

I bambini sembravano già aver perso ogni interesse nella spiegazione il silenzio si era fatto assoluto mentre la scolaresca fissava sempre in direzione del primo ufficiale.

"Bene, abbiamo predisposto un piccolo buffet di benvenuto nell'area dei ristoranti. Se non avete domande, sarò felice di accompagnarvi e..." Rerin si fermò osservando delle mani alzarsi ed un nugolo di bambini iniziare a scalpitare per poter parlare

"Ehm... ecco" il primo ufficiale osservò per un po' i bambini per poi scegliere quello che gli sembrava il più inoffensivo "Tu, chiedi pure"

"Dove sono i tuoi bambini?"

Il primo ufficiale si pentì subito della sua scelta "Non ho figli, altre domande?"

Tra le bambine in prima fila, una piccola dalle trecce bionde esclamò "Come nascono i bambini?"

"Si... ehm... ok, altra domanda?" Rerin iniziava seriamente ad ipotizzare la fuga

"Non lo sai?" la piccolina fece spallucce "Forse è per quello che non ne hai..."

Rerin non fece in tempo a rispondere che un'altra bambina prese la parola "E sei sposato?"

"No, al momento no ma..."

La piccola dalle trecce bionde tornò alla carica "E perché no? Non ti vuole nessuno?"

"Ehm... non esattamente" le antenne dell'andoriano vibrarono per il nervoso "Qualche domanda relativa alla base?"

La maggior parte delle manine si abbassarono, ma non tutte. Rerin sperò nella sua buona stella e ne scelse uno a caso "Chiedi pure..."

"Qui viene anche il Dominio?"

Rerin si sentì sollevato, se non altro era una domanda a cui poteva rispondere "Beh, si. Una delle motivazioni per cui esiste questa base è proprio per cercare di instaurare relazioni diplomatiche con il Dominio"

"Perché?"

"Beh, delle buone relazioni diplomatiche possono garantirci che non vi saranno altre guerre come quella passata. Ad ogni modo possiamo dire in generale che la diplomazia fra le varie potenze permette di mantenere un clima pacifico nei quadranti alfa e beta"

"Perché?" lo incalzò ancora il bambino

Improvvisamente il sollievo provato da Rerin sparì "Perché questo è lo scopo della diplomazia, permettere a popoli diversi di raggiungere accordi comuni che permetta loro di coesistere pacificamente"

"Perché?"

A questo punto Rerin si arrese cercando aiuto dalle tre insegnanti "Davvero, come si spegne?"

Tanya guardò per un attimo il primo ufficiale con espressione severa per poi osservare i bambini "Ringraziamo tutti insieme il Comandante Rerin che ora ci accompagnerà al buffet"

I bambini risposero in coro, anche se ben poco convinti "Grazie Comandante Rerin"

Il primo ufficiale tirò un sospiro di sollievo, il primo round era finito.



DS16 Gamma
Passeggiata
25/08/2401 - ore 10.31


La scolaresca aveva fra le proprie grinfie il Comandante Alessandro Riccardi ed il Tenente Durani della Casata di Kanjis e da circa dieci minuti li martellavano senza pietà con le loro domande "innocenti". I due ufficiali della tattica e della sicurezza sembravano reggere meglio la situazione ma era evidente che iniziavano a prendere in considerazione l'idea di rifilare nuovamente l'ingrato compito di cicerone al primo ufficiale.

Rerin, nel mentre, si era un po' allontanato dal gruppo per osservare da una certa distanza la scena. No, decisamente avere dei figli non faceva per lui.

"Allora, numero uno, tutto bene?" il tono solare di Aymane si scontrò con l'occhiataccia che gli rifilò Rerin "Su con la vita, è il secondo giorno. Domani sera se ne torneranno su DS9, dove torneranno a riempire le giornate dei loro genitori!"

"Non sarà mai troppo presto..." digrignò i denti Rerin

Dal corridoio giunse una sorridente Bly che, ascoltando la conversazione fra i due ufficiali, non resistette nell'intervenire "Ah, eppure io come padre lo vedrei bene... secondo me la sua è una fase, aspetti di averne uno suo e vedrà che non ci farà più caso ai piccoli fastidi che procura"

"Piccoli fastidi? Lei li definisce piccoli fast..." si fermò sentendosi tirare il pantalone e si bloccò "Ecco appunto..." si voltò a guardare la piccola dalle trecce bionde che lo chiamava insistentemente "Perchè mi tiri i pantaloni?"

"Perchè devo dirti una cosa!"

"E non potresti chiamarmi per nome?"

"Non si devono interrompere i grandi mentre parlano chiamandoli!"

"Eh bhe... invece interromperli tirando uno per i pantaloni è tutta un'altra cosa..." rispose ironico Rerin

"Esatto!" rispose convinta la piccola

Rerin osservò la sua piccola nemesi sotto lo sguardo divertito del Capitano "Gracy, cosa vuoi?"

"Mi scappa la pipì"

"Si, allora..." Rerin si osservò attorno "Dunque, le tue maestre sono lì"

"Io l'ho detto a te!" rispose la piccola

"E cosa vorresti che facessi?"

"Sei il primo ufficiale? Sei quello che risolve i problemi? Io ho un problema... risolvilo!"

"Il discorso non fa una piega..." la dottoressa annuì convinta alle parole della bambina

Rerin fissò la betazoide con sguardo nervoso "Non fomentarla ulteriormente..."

Il Capitano, oramai ad un passo dallo scoppiare a ridere, si limitò a fare un cenno del capo osservando la bambina "Manca solo che la chiami numero uno e le cedo il comando della base....la vedrei bene come capitano." sorrise per poi voltarsi "Comunque, numero uno, vedo che ha tutto sotto controllo, continui così..." detto questo se ne andò

"Sta scherzando, Capitano??" Rerin fissò Aymane andarsene, la piccola e per finire Bly "Aiutami..."

"Mm, ti costerà caro però..." la betazoide sorrise divertita "Molto caro... direi almeno una cena, al miglior ristorante della base stellare"

"Andata e...." la piccola nel frattempo aveva ripreso con forza a tirare i pantaloni dell'andoriano che tornò a prestarle attenzione "Fammi indovinare, devi andare al bagno..."

"Ehh... troppo tardi"

Rerin sgranò gli occhi ma Bly scoppiò a ridere prendendo la bimba in braccio "Su, andiamo io e te... ho come l'impressione che ora le cene che mi deve sono appena salite a due"

Il primo ufficiale fessurò lo sguardo sulla betazoide quando una percezione lo fece voltare non sapeva descrivere a pieno cosa avesse sentito, era una sensazione negativa. Rabbia? Desiderio di vendetta? Frustrazione? Violenza?

Vide che anche Bly si era voltata per un attimo in quella direzione per poi riprendere a camminare. L'andoriano restò per un attimo a guardare i passanti della passeggiata ma il suono stridulo delle voci dei bambini gli fecero capire che la sua pausa era finita.



DS16 Gamma
Passeggiata
25/08/2401 - ore 19.06


Rerin stava guidando la sua piccola mandria di bambini in direzione del ristorante per la cena. La passeggiata era come al solito tranquilla ed il gruppetto avanzava spedito verso la sua meta.

Fu un attimo.

Tutte le luci si spensero di colpo, i piccoli spaventati iniziarono ad urlare attaccandosi alle maestre ed al primo ufficiale

"Calmi, calmi! Vedrete che ora la luce torna!"

Rerin cercava di non cadere a causa della mole di bambini attaccati alle sue gambe e nel mentre attivò il comunicatore Rerin a sala controllo, che cosa succede?!"

=^=Qui sala controllo, non ne abbiamo idea signore, stiamo cercando di sistemare il prima possibile!=^=

Dei colpi phaser risuonarono nell'oscurità, Rerin cercò di percepire qualcosa ma era solo per metà Aenar... troppe emozioni, troppa confusione, il terrore dei bambini così vicini a lui... era davvero troppo.

Le luci, come si erano spente, così tornarono. Una maestra era stata colpita e giaceva a terra mentre la piccola dalle trecce bionde, Gracy, era sparita.