IL REGOLAMENTO INTERNO

Il personale della Divisione Operativa non entra nel merito della conduzione delle simulazioni a meno che non venga espressamente richiesto dalle simulazioni stesse.

Possono richiedere l'intervento di un Ammiraglio di Lista i coordinatori delle sim, il CinCOPDiv, il Comando di Flotta o il CinCSFI stesso; gli Ammiragli possono tuttavia offrire privatamente al Capitano il proprio aiuto, se ritengono opportuno farlo.
In qualsiasi momento, chi ha richiesto l'intervento può anche annullare tale richiesta.

E' a discrezione del CinCOPDiv l'assegnazione di un Ammiraglio a seguito di una richiesta di intervento.
E' importante ricordare che nei loro interventi gli Ammiragli di Lista cercano sempre e solo di aiutare le simulazioni.
Non si tratta di un'imposizione ma di un servizio che riteniamo utile e che mettiamo a disposizione di tutte le navi di SFI che lo desiderino.

Gli Ammiragli di Lista possono partecipare al gioco di narrazione delle simulazioni solo ed esclusivamente su invito degli equipaggi.
Così come il ruolo di Capitano o Primo Ufficiale non conferisce alcun potere sulla simulazione, a maggior ragione l'Ammiraglio che partecipa come "ospite" si limita assolutamente a giocare.

La Divisione Operativa è il custode del Canon di SFI, ma non il suo estensore.
Compito precipuo della Divisione Operativa è fare in modo che il canon di SFI venga rispettato da tutti, ed a tale scopo il CdF ha riconosciuto al CinCOPDiv il diritto di veto sui CV, ma non è la Divisione Operativa a decidere cosa è canon e cosa no, bensì Ambientazione, appositamente delegata in merito.
Le decisioni del Comandante in Capo in merito a quanto non ancora deliberato da Ambientazione sul canon sono soluzioni temporanee che possono venire riviste, approvate o smentite da Ambientazione stessa.
Tali decisioni restano però come punto di riferimento provvisorio finchè Ambientazione non delibera ufficialmente in merito.

La Divisione Operativa non prende decisioni sulla conduzione generale del gioco, può comunque intervenire nei casi di evidente violazione delle regole SFI.
Il "potere legislativo" sulle singole simulazioni spetta agli equipaggi; le decisioni relative alle simulazioni nel loro complesso vengono prese dal Comando di Flotta, ovvero della collegialità dei coordinatori delle simulazioni SFI.

La Divisione Operativa opera dietro delega del Comando di Flotta ed il depositario di tale delega è il Comandante in Capo della struttura.
I Contrammiragli e i ViceComandanti lavorano su delega del Comandante della Divisione Operativa, unico responsabile del lavoro svolto dalla struttura.
Eventuali critiche vanno esposte esclusivamente e direttamente al Comandante in Capo stesso il cui comportamento e le cui scelte comunque possono essere giudicate solo dal CdF e dal CinCSFI.
Il personale della Divisione Operativa viene nominato dal Comandante
in Capo della divisione.

Requisiti fondamentali per essere Contrammiraglio Istruttore sono:
- aver conseguito la qualifica di Ufficiale di Comando (Command School)
- avere una buona conoscenza di Star Trek
- avere una buona conoscenza del gioco
- essere affidabili e coscienziosi
- essere dotati di tempo da dedicare alla struttura
- essere in grado di lavorare in gruppo.

Ovviamente ,così come è potere del Comandante della Divisione Operativa assegnare il ruolo di Istruttore, di Ammiraglio di Lista e di Vice Comandante, è altrettanto suo poterere revocare tale nomina o variarne la funzione all'interno della divisione.
Solo gli ammiragli della Divisione Operativa possono correggere i curriculum vitae e nessun giocatore può essere assegnato ad una nave se non previo nulla osta del Comandante in Capo della divisione (o di chi ne fa le veci).

Valid CSS! Valid XHTML 1.0!